Cosa vedere nella magica e storica città di Matera

Matera si trova in Basilicata ed è un luogo ricco di bellezze da visitare. Questa è stata “Capitale Europea della Cultura 2019”. Andiamo a vedere nello specifico le sue bellezze.

Matera

I sassi

Matera è nota principalmente per i suoi “Sassi”, ovvero la parte storica di questo meraviglioso luogo. Questa zona, a ridosso della Gravina, è leggermente sottoposta, rispetto alla zona circostante, ed è facilmente accessibile dagli innumerevoli vicoli che la collegano ad il resto della Città.

Essa è caratterizzata da pareti rocciose e da colli facilmente abitabili, tanto è vero che nel corso dei millenni, grazie all’insediamento umano, questa sede è diventata una vera e propria Città.

Ora i Sassi di Matera sono diventati una delle mete più ambite da parte dei turisti, che si tratti di un giro all’arrembaggio o di una visita guidata, pronti a scoprire tutte le meraviglie nascoste.

La Cattedrale

Sul punto più alto sorge la Cattedrale, situata sul colle della Civitas, costruita nel XIII secolo sui resti dell’antico monastero benedettino di Sant’Eustachio e dedicata all’omonimo ed alla Madonna della Bruna, ora considerati protettori della Città.

La facciata è in stile romanico-pugliese, mentre l’interno della chiesa è prettamente barocco. Sulla facciata principale la prima cosa che salta all’occhio è l’imponente rosone, simbolo della ruota della vita, elevato dall’arcangelo Michele.

La facciata laterale è caratterizzata da due portali: “Porta di Piazza” e “Porta dei Leoni”. La prima determinata dalla presenza della figura di Abramo; la seconda, da cui prende il nome, definita dalla rappresentazione di due leoni a guardia della fede.

La Cattedrale è ben visibile da tutti i punti della Città e rimane il punto focale da cui inizia il cammino alla scoperta di queste meraviglie.

Il Palombare Lungo

Il Palombaro lungo è la possente cisterna idrica situata e scavata sotto Piazza Vittorio Veneto. Costruita nel 1846, la cisterna faceva parte di un sistema di contenimento dell’acqua usato per radunare le acque piovane come riserva per gli abitanti di Sasso Caveoso.

Grazie ai suoi 17 metri di profondità, visitabili in lungo e in largo, esso diviene uno dei più affascinanti luoghi da visitare a Matera.

Le Chiese Rupestri

Tra i luoghi più interessanti di Matera, sul podio troviamo sicuramente le sue molteplici Chiese Rupestri. Queste risalgono all’Alto Medioevo e ce ne sono di svariate.

Proviamo ad analizzarne qualcuna:

  • Madonna delle Virtù e San Nicola dei Greci. Questa si trova lungo la via principale del Sasso Barisano ed è scavata nella roccia. Ad oggi ospita mostre di Scultura Moderna.
  • Santa Maria De Idris. Per quanto sia suggestiva all’interno, il punto forte di questa Chiesa è sicuramente la vista mozzafiato che offre dal punto in cui esse è collocata.
  • Santa Lucia alle Malve. Essa è situata nel Rione Malve ed è interessante da visitare grazie agli innumerevoli affreschi situati al suo interno tra cui la “Madonna Del Latte”.
  • Cripta Del Peccato Originale. La Cripta, che si trova fuori dal centro abitato, è un luogo interamente affrescato con colori vivaci, ed è quindi uno scenario affascinante per gli occhi.
  • San Pietro Barisano. Questa è la più grande chiesa di Matera. Tra le moltitudini bellezze, possiamo visitare al suo interno la fossa per la fusione delle campane e i sotterranei impiegati per il deposito dei cadaveri dei religiosi.
  • Madonna delle Vergini. È una piccola cappella che si può anche raggiungere tramite un’escursione a piedi e all’arrivo ci regala grandi emozioni grazie alla meravigliosa vista dei sassi.

Museo Musma

All’interno del Palazzo Pomeraci troviamo il Museo Musma. Esso è il più significativo museo italiano integralmente rivolto alla scultura. Giacché questo è l’unico museo “in grotta” al mondo, i visitatori possono apprendere l’esperienza visiva dell’opera contemporanea unita alla bellezza degli scavi.

Le aree naturali

Ultime, ma non per importanza, sono le suggestive aree naturali situate in questa bellissima località. Il Parco della Murgia, La Riserva Regionale San Giuliano ed infine Il Colle Timmori. Al loro interno, oltre alle varie specie animali e vegetali, potrete ammirare reperti di grande valore. Inoltre tra queste zone troviamo resti di antichi villaggi neolitici raggiungibili tramite un lungo ponte sospeso che li collega direttamente ai sassi.

In conclusione, Matera è una città piena di bellezze e per poterle apprezzare a pieno bisogna vederle di persona. Buon viaggio!

Lascia un commento