Viaggio a Roma: ecco l’itinerario

Se state pensando di fare un bel viaggio estivo o autunnale a Roma, è bene cercare di predisporre un itinerario di massima che vi consenta di non perdere la bussola tra i migliaia di punti di attrazione che la Capitale può offrire. Cerchiamo allora di proporvi una mini guida essenziale (e molto personale!) su come orientarsi all’interno della metropoli italiana. Suggeriteci tra i commenti le vostre location preferite, che non dovrebbero mai mancare in un tour romano!

Arrivo. E’ importante sapere a che ora si arriva a Roma, perché la vostra visita non potrà che esser sempre dettata dal tempo. Le Chiese (fatta eccezione per quella di San Pietro) sono sempre aperte dalle 7.30 alle 12.30 e poi dal 15.30/16.30 alle ore 19:30. Porte aperte dalle 8,20 per visitare i Musei Vaticani con chiusura alle 13:20

Come Muoversi. Volete camminare? Meglio un bus o un taxi? Sicuramente, a patto di avere gambe e fiato a sufficienza, camminare è la risposta migliore per godere in pieno della bellezza del luogo. Se… i piedi fanno male, si può optare per il taxi o per i mezzi pubblici.

Cosa fare. Le scelte sono ovvie: Roma Antica (Foro e Colosseo), il Vaticano (Basilica di San Pietro e i Musei Vaticani), e le bellissime  piazze rese famose dai film Vacanze romane e Lizzie Maguire. Se disponete di due giorni per visitare Roma, dedicate la prima mattina per visitare il Colosseo, il Foro Romano e il Palatino. Il biglietto per il Colosseo vi dà accesso al Palatino, una distesa dove hanno vissuti i primi abitanti di Roma, insieme a vari imperatori, filosofi e le famiglie nobili fino al 1800.

Dal palazzo dei Flavi, 1 ° secolo dC, passeggiando tra i resti del palazzo verso la residenza estiva Farnese (17° secolo), che sta proprio sopra i resti del palazzo di Tiberio, si arriva alla casa Farnese, che ha dei bellissimi giardini rinascimentali. Se si segue la Via Sacra (una delle più antiche strade di Roma) dal Forum, si cammina su per una scala e ci si ritrova dietro il Campidoglio.

Il Campidoglio è composto da tre edifici ex senatoriali del Rinascimento e progettati da Michelangelo. Poi, dirigetevi verso il Pantheon, un tempio classico romano del 27° secolo aC, con una cupola rotonda.

E se vi rimane del tempo, andate a vedere uno scorcio di Barocco. Camminate verso il fiume Tevere e accanto al Pantheon, troverete Piazza Navona, un rettangolo allungato con tre fontane. La fontana centrale è del famigerato Gian Lorenzo Bernini, e rappresenta i quattro fiumi sacri (Nilo, Gange, Danubio e Rio del Platas).

Ma prima di partire, è d’obbligo una visita alla Basilica di San Pietro, la più grande chiesa cattolica del mondo.