Asiago: i segni della storia sull’Altopiano

Asiago è un meraviglioso borgo situato su un altopiano del Veneto, nel Nord Italia. L’Altopiano di Asiago è una zona abitata da tempo immemorabile, con tradizioni talmente radicate che la gente del posto parla ancora, in maniera corrente, la propria lingua, la cosiddetta “Cimbro” – non dissimile a quella tedesca. Molto tempo fa l’Altopiano era territorio selvaggio e impraticabile, tanto da essere un luogo perfetto per il rifugio di popolazioni e tribù che, dopo l’epoca romana, attraversavano le Alpi. L’immigrazione massiccia coinvolse molte famiglie di tedeschi (dopo l’anno 1000) e coloni bavaresi, alla ricerca di terre da recuperare e coltivare. Qui hanno ricostruito la loro vita e mantenuta intatta la loro lingua e le usanze.

I primi villaggi che vennero fondati furono Rotzo ed Enego sul lato est, poi Gallio, Foza, Roana, Lusiana e, quindi, Asiago. I Sette Comuni si trovano in provincia di Vicenza, nella zona conosciuta come Altopiano di Asiago, un vero e proprio paradiso turistico. L’altopiano è a dir poco spettacolare, con ampi prati, boschi e più in basso nelle valli, i fiumi che scorrono veloci. Tutti luoghi ideali per le attività sportive: non a caso l’Altopiano di Asiago ospita il Centro Sport Extreme, che prevede la possibilità, per chi è alla ricerca di emozioni forti, di svolgere attività di bungee jumping, rafting, hidrobob e parapendio.

Inoltre, l’Altopiano offre la possibilità di fare gite ed escursioni a piedi molto divertenti. Durante il percorso sarà possibile vedere anche fortilizi, mulattiere, trincee: molti segni visibili della prima guerra mondiale. È possibile vistare anche la fortezza militare, raggiungibile dal centro della città di Camporovere. Si tratta di una caserma-fortezza la cui costruzione risale alla metà del 1800. Sul Monte Verena si trovano i resti della fortezza in cui è stato sparato il primo colpo di cannone italiano della Grande Guerra. E’ possibile raggiungere la fortezza attraverso una funivia che porta dal Rifugio Verenetta fino alla cima della montagna.